intelligenza emotiva golema - MAYBE MAGAZINE

Intelligenza emotiva è un’opera dello scrittore Daniel Goleman, pubblicata nel 1995 in America e uscita in Italia nel 1996, edita da Rizzoli. Il libro riscosse da subito un grande successo, come dimostra la testimonianza che troviamo in apertura, la quale parla della dedica in copertina da parte della nota rivista Time.

L’autore decise di affrontare e analizzare il tema in seguito alla escalation di crimini, uso di droghe e violenze che avvennero in quegli anni in America, egli stesso nella prefazione spiega di aver notato uno strepitoso parallelismo tra tali avvenimenti e l’inizio di una crisi sociale in Italia. Parole come autoisolamento, alienazione sociale e simili appaiono più volte nel trattato di Goleman, il quale nota un profondo cambiamento nelle persone dal punto di vista emozionale, che si traduce poi in comportamenti nevrotici e talvolta violenti, ma non solo. Secondo il parere dello scrittore in quel periodo (si ricordi che parliamo di 25 anni fa, ma il quadro che ci viene presentato non è tanto differente da quello odierno, che sembra anzi peggiorato) l’Italia stava iniziando a vivere un periodo di crisi simile a quello americano, le persone presentavano frequenti squilibri emotivi che le portavano ad assumere comportamenti sempre più violenti e nevrotici, e a diventare quasi apatiche nei confronti degli altri.

Nella sua opera lo studioso, che sin da subito ha riscontrato una critica del tutto positiva da parte di lettori ed esperti anche in suolo italiano, esplica con immensa chiarezza l’importanza delle emozioni, e come queste possano andare ad influire ovviamente sul nostro comportamento, ma non solo. Attraverso svariati esempi che aprono ogni paragrafo, e che sono di grande aiuto al lettore per comprendere ciò che verrà esposto successivamente, Goleman riesce a esplicare chiaramente come le nostre emozioni siano in grado di prendere totalmente il sopravvento su noi stessi ed influire successivamente sulla riuscita di un’azione o un obiettivo che ci siamo posti.

In una suddivisione ordinata e attenta, che non lascia nulla al caso e vuole spiegare tutto nei minimi dettagli, facendo chiarezza su ogni aspetto dell’argomento, il professore esplica al lettore in che modo le emozioni agiscano sul nostro essere e sulla nostra persona. Ecco che divine allora immediatamente più chiaro perché alcuni individui estremamente intelligenti e con un QI piuttosto elevato risultino meno “vincenti” rispetto ad altri, che attraverso un perfetto equilibrio tra emotività e razionalità riescono ad eccellere nel loro campo. Ma non solo, Goleman rende chiaro inoltre come a seconda del carattere e del prevalere di determinate emozioni, alcune persone siano più propense a un mestiere o siano più portate in determinati ambiti.

Quello che lo studioso vuole far intendere attraverso il suo libro è che le quello delle emozioni è un mondo complesso e alquanto importante: conoscerle, capire cosa proviamo in un determinato momento e come sfruttarle al meglio ci aiuta ad eccellere in ambito lavorativo, ma non solo. Avere un giusto controllo della propria vita emotiva diviene importante per vivere bene e al meglio con gli altri: attraverso vari livelli di analisi Goleman ci insegna a riconoscere le emozioni e a controllarle. Ansia, depressione e paranoia vengono analizzate al meglio, attraverso una spiegazione alquanto dettagliata l’opera riesce a far comprendere come lavori il cervello dei soggetti ansiosi e depressi, ma esplica anche in che modo questi possano riprendere il controllo della propria vita, eliminando le paranoie attraverso un forte autocontrollo e l’aiuto di esperti.

Lo scritto vuole insomma offrire un quadro generale delle emozioni, e di come, quando la parte emotiva del nostro cervello lavora in maniera corretta, queste siano un enorme potenziale per noi stessi. Diviene dunque importante far sì che, sin da piccoli, i soggetti acquistino confidenza con la loro parte emozionale e capiscano come gestire le emozioni, e come non farsi travolgere totalmente da esse, per riuscire al meglio nella propria vita lavorativa e sociale.

L’autore vuole dunque farci comprendere quali siano la forza e soprattutto l’importanza delle emozioni, perché il fatto di riuscire bene nella propria vita lavorativa e professionale, avere buoni rapporti sociali ed essere soddisfatti di sé stessi e di ciò che si sta facendo, è secondo lo studioso strettamente collegato alle nostre capacità emotive. Più ritroviamo un equilibrio in noi stessi, facendoci guidare dalle nostre emozioni, ma allo stesso tempo evitando che queste ci sopraffacciano totalmente, più avremmo dei buoni risultati.

Insomma, l’opera ci fa capire che la sola intelligenza non basta: nella riuscita personale e lavorativa di una persona entrano in gioco numerosi fattori che intaccando la nostra emotività si ripercuotono sulla nostra vita. Saper individuare questi problemi, risolverli e avere un buon rapporto con le proprie emozioni, imparando a conoscerle e a sfruttarle al meglio sin da piccoli, è per Goleman fondamentale perché un individuo possa usufruire al meglio delle sue potenzialità e risulti una persona piacevole per sé stesso, ma anche per le persone che gli stanno attorno.

Un libro alquanto interessante e chiaro, che esplica alla perfezione non solo come agisca il nostro cervello dal punto di vista emozionale, ma anche quali sono i meccanismi che attivano le emozioni, cosa succede quando queste prendono il sopravvento, e come sia possibile uscire dal tunnel dell’ansia e della depressione isolando le paranoie, sfruttando al massimo il dono dell’emotività che possiede l’essere umano. Attraverso questo trattato si comprende quanto sia utile capire al meglio noi stessi e gli altri, sviluppare le nostre capacità empatiche e lavorare su noi stessi per ottenere buoni risultati ed essere soddisfatti delle persone che siamo.

In un mondo sempre più frenetico, dove raramente si ha il tempo di fermarsi a pensare cercando di analizzare ciò che siamo e ciò che vorremmo essere, ma anche cercando di comprendere gli altri e provare empatia nei loro confronti, leggere un libro di questo tipo può aiutare tanto a riflettere e a migliorare noi stessi e gli altri.

Un’opera alquanto piacevole da leggere e scorrevole, che risponde in modo chiaro a quesiti che molti di noi si sono sicuramente posti più volte. Una lettura consigliata non solo a chi ha bisogno di fare chiarezza sul proprio comportamento emotivo e necessita di comprendere come agire per migliorare da quel punto di vista, ma anche per chi è incuriosito e affascinato dall’argomento ed è interessato a saperne di più.